caricamento

Milleproroghe:bocciati emendamenti omeopatia, approvato odg


Milleproroghe:bocciati emendamenti omeopatia, approvato odg Presentato da MANDELLI, chiede di valutare proroga registrazione (ANSA) -
ROMA, 15 FEB -

Si e' tradotta in un Ordine del giorno la richiesta di un anno di proroga per la consegna dei documenti necessari alla registrazione dei prodotti omeopatici in commercio.

Nonostante il Governo abbia espresso parere contrario agli emendamenti bipartisan presentati al Milleproroghe, infatti, la categoria ha comunque ottenuto che il tema non venga completamente abbandonato.

L'Odg presentato da Andrea MANDELLI (FI), approvato dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato, impegna il Governo a valutare l'opportunita' di prorogare al 30 giugno 2018 la data di presentazione delle domande di rinnovo dell'Autorizzazione all'immissione in Commercio (Aic) e al 31 dicembre 2019 il termine previsto per la permanenza sul mercato dei medicinali omeopatici attualmente in commercio.

""E' stata una dura battaglia.

Vediamo -
commenta Giovanni Gorga, il presidente di Omeoimprese -
un'apertura da parte delle Istituzioni, ma ad oggi non ci sono certezze: resta aperto il dialogo con il Ministero della Salute ma esistono pericolose interferenze che non rendono chiaro il nostro futuro"".

La richiesta di una proroga, sottolinea l'associazione che rappresenta le aziende produttrici di medicinali omeopatici, non deriva dalla volonta' di ""sottrarci agli obblighi di legge"".

""Anzi, la registrazione e' per il settore un importante riconoscimento -
puntualizza Gorga -
, occorre solo un po' di respiro, soprattutto per le aziende piu' piccole che stanno riscontrando maggiori difficolta' nella redazione dei dossier e sono chiamate a mettere a bilancio costi importanti per gli adempimenti burocratici.

Se il Governo non dovesse attenersi a questo impegno, rischieremmo un tracollo con perdite fra i 70 e i 90 milioni di euro