caricamento

TERREMOTO, FI: RITARDI ENORMI, CONFRONTO CON L'AQUILA IMPIETOSO


(9Colonne) Roma, 5 apr -
Anche secondo Paola Pelino, il decreto che verrà approvato oggi ""è insufficiente, alla Camera sono state apportate delle modifiche interessanti ma manca il ristoro ai danni indiretti.

E poi nn solo non parte la ricostruzione ma siamo ancora alle macerie e nessuna iniziativa Imprenditoriale può partire.

I comuni andavano esclusi dal vincolo del pareggio di bilancio"".

Andrea Mandelli, capogruppo FI in commissione Bilancio, rincara: ""Abbiamo cercato di dar voce alle popolazioni, alle aziende e ai comuni che manifestano disagio per questo decreto in cui ci sono pochi soldi tante regole e tante deroghe"".

E per Remigio Ceroni, senatore marchigiano, ""il Governo si è dimostrato incapace e inadeguato, rifiutando le proposte di opposizione e sindaci stessi.

Sono stati fatti 3 decreti, un quarto arriverà e 18 ordinanze della protezione civile, una legislazione farraginosa è incomprensibile.

Avevamo proposto al governo di acquistare gli immobili invenduti, hanno detto no per onorare l'impegno di acquistare casette per un miliardo di euro di casette, salvo poi ripensarci oggi.

Ci sono ritardi nella rendicontazione, sono state consegnante 33 stalle su 1500, i sopralluoghi non sono terminati, non è partita la ricostruzione"".